5 consigli utili per essere felici a lavoro

5 Consigli utili per essere felici a lavoro

La ricerca di un’occupazione è un percorso difficoltoso e spesso lungo. Per chi ha cercato a lungo una collocazione e poi riesce a trovarla, la felicità può essere un optional. Le ore di lavoro non sono sempre scandite dalla serenità. Spesso è difficile essere felici senza sacrificare qualcosa, ma esistono alcune tecniche per far sì che ciò non accada. Essere felici a lavoro si può: vediamo alcune utili strategie.

1.     Scoprire le proprie eccellenze

È importante valorizzare i nostri punti di forza e quindi capire quali sono le attività per cui riusciamo ad esprimere la massima produttività. Questo aiuterà anche l’intera azienda e spingerà a dare il massimo ad ogni collaboratore, garantendone il benessere.

2. Imparare a delegare

È molto utile saper delegare il proprio lavoro ad altri colleghi; questo permette innanzitutto di risparmiare tempo prezioso e di conseguenza di avere più tempo per se stessi e per altre attività urgenti. Per fare ciò al meglio è importante individuare il collega che possa svolgere il lavoro delegato in modo più efficiente e, in più, bisogna saper scegliere cosa delegare; non sempre è consigliabile delegare cose di poca importanza ma è utile delegare anche le mansioni che ci riescono meglio in modo da trasmettere fiducia ai propri collaboratori ed avere la possibilità di confrontarci con nuove attività e metterci alla prova.

3. Celebrare i piccoli e grandi successi

Celebrare i piccoli e grandi successi è molto utile affinché ci sia un ambiente lavorativo confortevole e curato. È importante anche relazionarsi in modo positivo con i propri colleghi cercando di confrontarsi e di scambiarsi feedback ed impressioni. Questo permetterà di aumentare in primis le energie fisiche ed in più anche quelle mentali. Inoltre, celebrare piccoli e grandi successi farà venir voglia di celebrarne altri e quindi di migliorare sempre di più. 

4. La tecnica dello slotting

Questa tecnica permette di gestire il proprio tempo in modo più efficiente e quindi di avere più tempo da dedicare a se stessi e ad altre attività spesso trascurate. Permette di dividere il tempo a disposizione  in slot temporali molto precisi, questo per quanto riguarda sia la vita lavorativa che la vita privata. In questo modo sarà possibile organizzare le attività al meglio.

5. No al multitasking

È importante imparare a gestire il proprio lavoro comprendendo priorità e impatto delle singole attività focalizzandosi singolarmente su di esse. Fare più cose insieme non rende più produttivi ma, al contrario, fa perdere energie utili e tempo prezioso. Invece, affrontare e valutare ogni impegno permetterà di essere più produttivi e focalizzati sugli obiettivi. 

Sicuramente sono molti i fattori che possono influenzare la felicità sul posto di lavoro, come ad esempio la gradevolezza percepita del tipo di lavoro svolto (il nostro lavoro ci piace oppure no?); la relazione con i colleghi; l’ambiente di lavoro od ancora il salario mensile, ma è possibile condizionarla in modo positivo apportando alcuni piccoli cambiamenti alla propria condotta quotidiana, a partire dai 5 consigli appena esposti.

[wpforms id="9481"]